Post Translate

venerdì 26 settembre 2014

25 - Vinum Est


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°



E nessuno versa vino nuovo in otri vecchi, 
altrimenti il vino spaccherà gli otri
e si perdono vino e otri,
ma vino nuovo in otri nuovi
Dal Vangelo secondo Marco ( 2,18-22)

Il vino bisogna assaggiarlo per sentire se è buono.
La sua bontà dipende da molti fattori che debbono essere conosciuti dall'alchimista:
l'enologo, per l'appunto.  
Lo specialista, che non solo ha studiato, ma che sa applicare ed evolvere  gli insegnamenti ricevuti trasformandoli in nettare prelibato.
Assaggiamo il vino.
Non "assaggiamo" l'enologo. 
E se il nuovo vino merita più di 5 stelle è bene modificare questo criterio di valutazione portandolo magari  a sei stelle, sette stelle...
E dove lo mettiamo questo vino, che ha dentro di sé una nuova energia, un nuovo bouquet, una vita nova
In un otre nuovo.
Ma pure se chi ha fatto il vino buono è uno stregone, un cattivo che mangia i bambini e sodomizza gli ippopotami? 
Ma il vino che fa com'è?
'na favola! (Così si dice a Roma).
E chisseneimporta del mago.
Basta che non mi pesti i piedi...

E' il vino che conta e pure la sua formula (se riesco a clonarla). 

In latino uter significa  otre, utero.

La nuova vita, per crescere, ha bisogno di ampliarsi, di espandersi in un utero che può accoglierla con amore. Se questo utero è vecchio allora la nuova vita sarà impedita.

Così pure una scienza nuova ha bisogno di menti nuove per essere accolta.
Se questo seme cade nel vasetto da notte dei pregiudizi, il seme forse germoglierà ed emetterà pure qualche radice,  ma poi morirà per indigestione di troppo concime..
La mente nuova, come avevo già accennato, deve aver fatto epochè per poter accogliere la lieta novella.
L' Io ha l'arduo compito di provocare l'aborto sigmasofico dei pregiudizi, delle credenze, delle memorie conscie ed inconscie familisticamente acquisite:
la costellazione del serpente.
Ab-ortire le immagini che questa costellazione genera.

°°°°°

Non pensate ch’io sia venuto a metter pace sulla terra; non son venuto a metter pace, ma spada. Perché son venuto a dividere il figlio da suo padre, e la figlia da sua madre, e la nuora dalla suocera;  e i nemici dell’uomo saranno quelli stessi di casa sua.
(Matteo 10:34-36).

Il senso letterale di questo messaggio è semplicemente biologico. Esattamente come avviene in tutto il regno animale, compreso l'animale uomo.
Non ha bisogno di alcun supporto esplicativo teologico, filosofico o morale.
Esprime una legge fondamentale della vita, la legge che consente, attraverso la divisione, la nascita e la crescita di una nuova individuazione, secondo specie, a partire dalla mitosi cellulare.
Semplice: senza pliche, senza piegature. Un foglio aperto, non ripiegato. Si legge come è.
Complicato: con pieghe. Il foglio è ripiegato e non mostra il suo contenuto.
O meglio la mente che deve leggere il foglio è complicata, avvolta su sé stessa, e quindi incapace di leggere, di capire.
Un otre vecchio fatto di pelle di serpente, pieno di topi morti.

Il vero padre è colui che uccide la propria immagine e l'immagine del figlio per incontrarlo, senza memoria, come persona. 
Il vero figlio è colui che uccide la propria immagine e l'immagine del padre per incontrarlo, senza memoria, come persona.
L'incontro (la epochè del padre e quella del figlio) annulla gli effetti deleteri della diade familistica  determinata dalla falsa dicotomia estesa (lo spiegherò a suo tempo). 

 In questa diade sono presenti memorie degenerative che contengono sequenze di comandi (istruzioni) come i programmi "autorun" (esecuzione automatica) di un computer.
Nel registro (il DNA) di Windows XP il lancio di questi programmi  si trova nelle sezioni:
HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Run*
HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Run
HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\RunOnce
HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\RunOnce.
Per Local Machine possiamo intendere la famiglia
Il current user è uno dei suoi membri.
Nelle note spiego bene il meccanismo.
Non rompete dicendo che oltre il Run ci sono pure i servizi windows gestiti da strumenti di amministrazione del pannello di controllo, remote desktop compreso. Lo so. Per ora fermiamoci a Run. Mi fa comodo così.
Msconfig lo esaminiamo un'altra volta.
Sì, sì c'è pure system.ini...


In psicologia  si parlerebbe di  complesso autonomo o dominante.
Ma non è  così come sta scritto nella pagina del link. Tocca aggiornare.
E studiare bene, ma proprio bene, il campo semantico.
Il complesso non è un piccolo io prefissato e nemmeno forme di vita rimossa.
Il complesso è un programma  che (hic et nunc) genera un'immagine dinamica a varianza continua che induce però una risposta emozionale fissa, una risposta emozionale costante indipendente dal contesto percettivo originale (la c.d. realtà).
Provvisioriamente la chiamo "costante ¬β".
Dove  ¬ nella logica matematica è il simbolo della negazione  "NON". 
Provvisoriamente indico con B (beta maiuscola) la Costante Beta ovvero il principio bio-logico  della vita .
Il principio universale che formalizza l'individuazione β sia attraverso la mitosi cellulare secondo il proprio personale DNA somatico sia secondo il proprio personale DNA informatico (le capacità intellettive, operative e produttive individuali)
Quindi ¬B è la matrice che programma la costante negazione  della vita in β.


Standardizza la conseguente risposta egoica.



Il m.d.d (e non dico apposta altro) è il méta-programma che costruisce dinamicamente la catena delle funzioni appartenenti all'insieme ¬B  generatore l'immagine (distorcente) applicata  in β.
Queste funzioni  vengono caricate  nella memoria operativa del computer "Io".
Siccome queste funzioni sono un vero e proprio software, qui, per semplificare il linguaggio, le denomino provvisoriamente Snake Suite ovvero il tool kit del serpente.


(Non rompete col BIOS, i firmware e altri ammennicoli).
Questo è un concetto molto avanzato, per capirlo bisogna studiare prima un bel po' per diventare almeno utenti esperti.
Il secondo passo sarebbe il conseguimento  di un Diploma o almeno di un Attestato che certifichi che hai studiato e che puoi parlare di questi argomenti. 
Magari prenditi pure una laurea in psicologia, ma per questa materia serve a poco.
Meglio una laurea in Informatica così capisci bene la P.N.L., se ti va di studiarla.
Fai epochè e magari prosegui con qualche altra eresia scientifica come la nuova.medicina.germanica (N.M.G.) fondata a quel che si legge su Wikipedia da un medico criminale...
Boh!  
"Eresia" non vuol dire che l'eretico dice cazzate.  Vuol dire essere in disaccordo con l'integralismo scientifico ufficiale che tenta di decapitare le teste che la pensano diversamente.

Ecchiseneimporta del medico... che vino fa?
Fai un corso introduttivo prima di sparare giudizi.
Tieni presente che dietro ci sono i miliardi delle Holding Farmaceutiche e gli ordini professionali. Fai epochè per favore.
Per la N.M.G. c'è la disputa tra due correnti  (medici-contro vs. medici-pro).
I pro stanno aumentando continuamente.
La evoluzione della N.M.G. è la medicina biologica emozionale (M.B.E.) che mi ha aperto gli occhi per scrivere questo post.

La Biologia delle Emozioni (D.Carini, F. Camilletti, V. Amelio).
Un libro da leggere con attenzione.

Le vecchie camionette psicoterapiche manco sanno dell'esistenza di queste cose.


Le funzioni dell'Io ovvero le risorse informatiche del sistema sono sempre integre e funzionano per come sono state progettate ma sono utilizzate per uno scopo non utilitaristico, con perdita economico-energetica del soggetto.
Esattamente come quando si assumono sostanze allucinogene.
Quando hai la scimmia dentro i quattrini vanno al pusher.


La comparsa di sintomi somatici denuncia l'attivazione di Snake Suite
L'involuzione degenerativa ha come risultato finale il collasso delle strutture corporee: reiterazione del sintomo (cronicizzazione); vicariazione in pejus; morte.
Si è bruciata la CPU.


Coloro che si trovano sotto Snake Suite  non possono aspirare ad diventare otri nuovi.
Cercheranno il consenso tra le crepe di vecchi templi occupati dai mercanti del sapere.
La demolizione di questi templi (ordini professionali inclusi) sta oggi iniziando  con la distribuzione universale (non universitaria!) delle conoscenze attraverso il WEB (e il Deep WEB).

L'evoluzione sistemica verso  le ontologie informatiche del web semantico permettono l'accesso nel rinnovato campo pragmatico dell'azione umana.

Stanti queste premesse potrebbe essere, ora, più agevole iniziare a prendere in considerazione lo studio un sistema informatico antecedente, diciamo 100.000 anni fa. Un sistema che, come avevo accennato gira in back-ground ed è attivo 25 ore su 24, ovvero semprissimo.
E' possibile visualizzarlo quando siamo completamente "svegli", ossia  quando i programmi del cosiddetto Io cosciente vengono messi in standby:


Oppure si può imparare a lanciare il task manager della mente (tipo Alt+Canc+Del  in Windows)  anche durante il giorno per controllare quali sono i task attivi. Insomma ci sono diverse tecniche per monitorare come il sistema operativo MIND funziona, ma non le dico adesso.
Risultati immagini per emoticon sonno
Adesso posso vedere

Riprendiamo il discorso su B.
Abbiamo detto che è il principio (biologico) della vita.
Ma questo logos cosa è? E' un sistema informatico, un software  assai evoluto che gestisce globalmente l'individuo. Una specie di DNA psichico...
Seeh! Qualcuno dirà... E mo' Mauro ci dice quali sono le equazioni di DIO!

Ma no amico! Ti dico solo alcune sue caratteristiche e se studi un po' magari  incominci a capire. Fai epochè per due minuti.
Questo  sistema ha un pacchetto software (un sottosistema) che monitorizza  tutte le attività del sistema informatico. Direi che per la sua perfezione è un sistema da sogno!
Alcune caratteristiche di questo sottosistema:
  • Registra tutte le attività della persona (logging), tipo una webcam portatile con due obiettivi. Uno per il selfie (ti guarda pure dietro spalle) e l'altro davanti a te. Come gli smartphone. Mi ricorda un certo Giano.
  • La memoria SSD  é dell'ordine di circa 2 petabyte pari a circa 250 anni di registrazione in HD. Ha una cartella chiamata YourTube :-)  (c'è una R in più),
  • Quando il morphing è attivo, su Yourtube è registrato sempre lo stesso film: migliaia di copie con date diverse. Talvolta possono cambiare le locations. Nei casi più pesanti ci sarà la ripetizione ossessiva: un pò come nei sogni ricorrenti.
  • Segnala ma non elimina l'infezione. Ma allora non funziona! No! Segnala e ti dice pure che tipo di virus è attivo. Ti dice cosa ha combinato oggi e ti dice pure quando si è installato. C'è pure il tutorial per mettere in quarantena il virus.
  • La gestione del firewall e della eliminazione è demandata alle c.d. funzioni coscienti dell'io. L'io è il capitano: decide lui se eliminare o mettere in quarantena il virus. Oppure accettarlo in quanto crede che sia un "falso positivo" (SCT). Oppure l'io viaggia col sistema di monitoraggio disinserito (SCT amari x 2). E' come navigare nella nebbia col radar spento. Dopo un po' compariranno alcuni sintomi (SCT amari x 3)...E comincerai a soffrire qualche malattia (ma questo discorso non lo facciamo qui)
  • La registrazione del film è divisa in tre tempi. E' cosa buona rammentarli tutti e tre. 
  • Un attimo prima che venga installato il morphing percettivo il sistema di sicurezza fa il salvataggio automatico della configurazione sana di tutto il sistema  (tipo creazione punto di ripristino di Windows).
  •  Non ha la funzione di ripristino automatica come fa (male) qualche volta Windows dopo la schermata blu. Il ripristino sarebbe bene che lo facesse  in modalita provvisoria  un system administrator esterno con privilegio di Root. Oppure nei casi più gravi con dei programmi stand alone gestiti dal system administrator o meglio da un system engineer.   Fuori di metafora devi trovare un tecnico che non sia uno strizzacervelli bensì uno sturacervelli.      


°°°°°°
Appendice
* Nella libreria dei programmi di sistema della local machine (la famiglia o una sua equipollenza sociale) per default si trova già preinstallato  il meta-programma generate-snake.exe (versione family).


Questo meta-programma  si autoinstalla quando si crea  un nuovo account (un nuovo user) e nella entrata current user c'è scritto run once generate-snake.exe!
Il punto esclamativo indica che dopo l'esecuzione il comando viene cancellato e non ne rimane traccia.
E' il gestore della suite "snake".
 Ma  snake-suite cosa fa? Genera a sua volta il serpentello personale  che parte non appena l'utente fa il suo login al sistema. Current User - Run snake.exe.
Quando snake.exe parte prima dell'antivirus e del firewall sono c. amari. Questi due vengono disattivati. I monitor di videosorveglianza vanno in tilt, però il programma 25 ore su 24 seguita a fare il log degli eventi.
 Ma l'utente non ha più l'accesso a questo file log che ora ha l'attributo "hidden". Questo file o meglio questo data base inaccessibile anticamente era chiamato "inconscio".
In psicologia avanzata si dovrebbe dire che il complesso dominante  anticipa e annulla le funzioni coscienti dell'Io. E che fa?

Amplio e riformulo quanto detto in precedenza. 

Anticamente si parlava anche di Super-Io, ma questo era stato collocato male nel modello strutturale della seconda topica freudiana.
Il c.d. Super-Io o meglio Under-I (o "Sotto l'IO) è una completa suite (Snake Suite) di morphing che modifica i valori dei vettori che posizionano i pixel dell' immagine prima dell' atto riflesso dell'Io.
Ovvero dopo la "propriocezione" e prima della "egocezione". Anticipa la c.d. coscienza.
Funziona come una catena di dll di Windows residenti nella cartella System32.
Questa suite si autoaggiorna (fa l'update regressivo) ogni volta che l'Io riesce appena ad intravederla. In informatica si dice  anche "roll back".
Una scuola molto avanzata definisce questo "update" come il  "ritorno delle resistenze" (al cambiamento - nota mia).

Quindi percezione sensoriale perfetta, Morphing Percettivo, riflessione o specularità egoica alterata.
 
Eh! Eh!
Li conoscete i programmi di capture video, di morphing, oppure Paint Shop... e compagni?
Certo che sì!
Fa cosi: cattura le immagini, le "ritocca" al volo e le presenta all'io cosciente-stupido come vere e reali. Ma perché fa così?  Cambiando l'immagine cambia anche lo starter emotivo legato ad esse.  Cambiano (in pejus) i processi decisionali dell'Io e le azioni conseguenti. Facile no! 
Beata l'INFORMATICA! 

Si vede la Ferrari invece di vedere un fiasco.
Come sintomo poi si sentono fischi
All'anima delle univocità delle percezioni! 

 °°°°°
Vi racconto ora un fatto realmente accaduto tempo fa.

Il mio amico "Contento" soffre da tempo di acufeni, siccome è amico  non lo posso aiutare professionalmente, così come non si possono aiutare i figli se permangono tali, non avendo fatto l'epochè evangelica citata in apertura (SCL).
A "Contento" comunque una dritta gliela ho data lo stesso. 
Lui non è normale: gli piacciono le donne belle, come piacciono a me (siamo due anormali). A volte lui, essendo pittore, si sofferma a contemplarne le muiliebri fattezze e quando può, di soppiatto, su tela, le riproduce piacevoli secondo il suo stile. 
Un giorno parlando del più e del più il discorso è caduto sulla bellezza femminile.
Lui ha una moglie chiantigiana non di origine ma di forma:

Anche qui:
 ABSIT INIURIA VERBIS (uffa!)
Risultati immagini per bottiglia chiantigiana

Fiasco Chiantigiano

Quando il discorso si è spostato sul "Chianti" non ha esitato a dire: "E' ancora una bella donna!".
Non gli ho chiesto di assaggiare quel vino e nemmeno lui ha avuto il coraggio di offrirmene un goccetto.
"Contento" non appena si corica inizia a sentire i fischi alle orecchie che si attenuano quando esce di casa. E riprendono quando rientra.
Un tormento casalingo.
"E' l'umidità" mi dice (diagnosi esattissima!!!!!).
"Casa mia è umida sto troppo vicino al mare" (Ahi! Ahi! Non ci siamo!)
Non si rammenta che i fischi ce li aveva pure quando stava in montagna. 
Da buon F.D.M. gli ho chiesto: "Ma di che tipo di umidità mi stai parlando? Lo sai che c'è un particolare tipo di umidità che fa venire i fischi alle orecchie. Specie la notte!?"
"Forse tu fischi nel posto sbagliato!"
E' diventato di tutti i colori! 
E il discorso è finito lì.

Eziologia
L'origine esatta degli acufeni non è ancora ben determinata; probabilmente diversi meccanismi possono generare questo disturbo. (Wikipedia)
 Ma per piacere! E quali sono questi meccanismi?
Non cè scritto niente!
Ancora:
Le cause di acufene ed iperacusia (http://www.acufene.it)
Mi resta difficile capire quali siano le cause.

 
Sex docet.

"Contento" è molto geloso (non vi dico perché) essendo nato una sperduta regione della Scandinavia, mi pare vicno a Tromso in Norvegia (...azz! L'ho detto!).
Mitiga, inconsapevolmente, la sua gelosia con la Chiantigiana essendosi accorto che quella bottiglia difficilmente incontrerà desideri di avventurosi avventori desiderosi d'avventura oltre "Contento" medesimo. 
Ma lui non si sa spiegare il perché...
Snake-suite che fa: opera nella c.d. partizione dell'avere, nella dimensione psichica del possesso. Se tu vuoi l'esclusiva, snake-suite te la dà. La gelosia implica il possesso esclusivo. Se tu ottieni questa esclusiva, la sensazione di gelosia si attenua.
Ma per ottenere questo risultato qualcuno ti fa il "morphing"
Risultati immagini per bottiglia chiantigiana
Fiasco Chiantigiano
   
facendoti credere che sia la Ferrari.
Fiasco Chiantigiano modded

 E tu la Ferrari vedi, mica la Chiantigiana vedi.
Ma il Sistema di Monitoraggio 25 ore su 24 ("Semprissimo") che fa lui: ti manda un segnale di allarme incessante, ovvero il sintomo: gli acufeni.
Il discorso si amplierebbe ancor di più e travalicherebbe gli obiettivi che mi sono prefissato.
Tenete presente che in questo caso entra in ballo il senso di colpa e la conseguente punizione. 
A Contento piace tanto una donna (carina ma impossibile) di nome Edipa (una Ferrari niente male), molto più giovane di lui, tanto che, quando dipinge (di soppiatto un nudo) talvolta la "carrozzeria" é quella di Edipa e pure il suo volto che viene quasi sempre celato.
Allora come espiazione scatta la Punizione Chiantigiana.

Vinum ¬ est

Basta così.


Ai serpenti piacciono i luoghi caldi ed umidi ma non sempre vi entrano e ancor più di rado lì dentro emettono un fischio.
Ne sanno una più di Eva.



Stretta è la foglia, larga e la via.
Dite la vostra,
Ch'Io detto la mia
  M. R. :-)


 




 




venerdì 19 settembre 2014

20 - Butterfy Effect - Modulo 2 - Freak Wave

 

INDICE DEI POST 

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

 

Onda anomala - Freak Wave

Adesso provo a descrivere meglio la fenomenologia del butterfly effect.

belen farfalla




http://cdn.images.express.co.uk/img/dynamic/12/590x/secondary/174775.jpg

"Stanga Strapless Panty"



Effetto: Interrogazione in Parlamento.
Un paio di mutande (invisibili) provocano un'interrogazione parlamentare.

Come scrivevo in apertura di questo blog, la farfalla


ha scatenato l'inquisizione della classe dei "benpensanti" e alcune malelingue hanno ciabattato che molti parlamentari (e parlamentarie) pare  siano "venuti alle mani". E non solo costoro.
Vizi privati (ma non troppo) e pubbliche virtù.

C'è pure un libro, di cui non rammento l'autore ;-), che ha in copertina
 l'immagine della farfalla primigenia (Lilith?).

E lì sono scritte bene le sue fenomenologie. Mi pare, se ben ricordo (ma non ne sono certo) che il libro abbia a che fare con la (farfalla) psicosomatica, o qualcosa del genere.

Se mi viene in mente vi posto il titolo.

The butterfly effect ha la proprietà di cambiare la direzione e la valenza dei vettori energetici di un sistema per cui la risultanza può essere un effetto non previsto nelle specifiche originarie del sistema. Una variabile, o meglio un effettore, non previsto, che disturba e pregiudica l'efficacia del circuito di feedback.
Per esempio in un'impresa l'amministratore deve essere "unico" ed è bene che la sua azione non sia inquinata da componenti affettive.
Se, e sottolineo "se", l'amministratore inserisce nel consiglio di amministrazione una "farfalla coniugata",  "more uxorio" o "friend of bed" é possibile che in azienda si scateni l'effetto farfalla, con una probabilità di disarmonia oltre il 101%.
In questo caso è proprio una "farfalla" che provoca l'effetto omonimo.
Gli esperti, a volte, parlano di un'anomalia del sistema e buttano via un sacco di tempo a fare ricerche, verifiche di mercato, controlli contabili, indagini sul funzionamento della piattaforma, proiezioni statistiche... e altre diavolerie.
A (quasi) nessuno viene in mente di verificare se l'amministratore ha un paio di mutandine nel cervello: "panty bug".
E se pure se ne accorge, il revisore esperto poco può fare... sono quelle mutandine che gli pagano l'onorario e guai a toglierle al boss.
E l'azienda va a picco.

Peggio ancora se nei corridoi dell'azienda svolazza più di una farfallona  ansiosa di posarsi sull'unico fiore boss. Ci sono pure altri fiori ma sono riservati alle farfalline più piccole. In tutto questo svolazzare anomalo piano piano si genera un'onda anomala (effetto trigger) che spazza via fiori e  farfalle, nave compresa (l'azienda).
Ma se una farfalla muore, anche una sola, chi ne risponde è sempre e solo il fiore: il padrone e capitano della nave se è sopravvissuto alla bufera.
L'effetto farfalla prosegue anche dopo la morte della farfalla  e  forse si estingue nel momento in cui subentra suo fratello: un successivo effetto trigger.


Ma non sempre così accade, perché come insegna il saggio:

le colpe del padre  ricadranno sui figli. 

Ma anche i figli hanno la loro responsabilità, quando adulti, scelgono un padre vicario.

Quello che sto esponendo è il copione di una commedia la cui trama,  immutata da millenni, ha le sue tragiche repliche nel teatro della vita..
Cambiano solo i protagonisti.
Proprio in questi giorni sto seguendo il cammino di una istituzione privata, con sede in Italia (per ovvie ragioni non posso essere più preciso), che presenta la sintomatologia suesposta. Corsi e ricorsi sintomatici. 
Absit iniuria verbis


Se ben ricordo mi pare (ma non sono certo) che qualcuno abbia scoperto il momento in cui  l'effetto farfalla (quello disarmonico) viene programmato nella mente umana. Mi pare che venga descritto come una matrice il cui determinante provoca come riflesso uno dei tanti tipi di effetto farfalla.
Il formato della matrice è univoco, quello che cambia sono i valori e il determinante.
Se trovo il testo me lo ripasso così sarò più chiaro.

Fuori di metafora.
P. e. le malattie croniche seguono lo schema Effetto farfalla.... Latenza... Effetto Trigger... Effetto farfalla..., ecc. ecc.
La stessa cosa nel succedersi dei governi italiani.
Il modello è lo stesso.
Questa é la:
 d.....de oss....va rip....va,  d.....de oss....va rip....va,  d.....de oss....va rip....va,  d.....de oss....va rip....va,  d.....de oss....va rip....va,  d.....de oss....va rip....va,  d.....de oss....va rip....va,  d.....de oss....va rip....va,  d.....de oss....va rip....va,  d.....de oss....va rip....va,  d.....de oss....va rip....va,  d.....de oss....va rip....va,  d.....de oss....va rip....va,  d.....de oss....va rip....va,  d.....de oss....va rip....va,  d.....de oss....va rip....va, ..........


che non è la peggiore.

Se vi va provate a fare un esempio e riempite i puntini.


Senza entrare tanto nella spiegazione del suo significato ho appena presentato qualche scorcio sulla fenomenologia della:


 COSTELLAZIONE DEL SERPENTE


E non finisce qui.

Se volete spiegare concetti nuovi non siate autoreferenziali.

 










15 - Butterfy Effect - Modulo 1 - How it fly

INDICE DEI POST 

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

 Come vola - How it fly

 
(Quasi) Riservato agli addetti ai lavori :-)

« Lo spostamento di un singolo elettrone per un miliardesimo di centimetro, a un momento dato, potrebbe significare la differenza tra due avvenimenti molto diversi, come l'uccisione di un uomo un anno dopo, a causa di una valanga, o la sua salvezza. » (Alan Turing, Macchine calcolatrici ed intelligenza, 1950).

Questa citazione, copiata da Wikipedia, non l'ho messa a caso.
Chi ha orecchie per intendere, intenda...


L'effetto "farfalla" è strettamente connesso con l'effetto "trigger".

L'effetto farfalla modifica i vettori di un sistema, situato nel campo unificato o agente universale, attivando, se disarmonico, il superamento della massa critica e la sua conseguente deflagrazione  (effetto trigger) nelle coordinate spazio-tempo della realtà fisica.

Oppure: provoca il superamento dell'entropia massima ed irreversibile verso un buco nero.

Il sistema è avvolto in un #effetto rete che ne determina il collasso interno.

In informatica e in psicologia il potere costellante del sistema, collassato in buco nero informatico, assorbe tutti gli altri sistemi ad esso collegati.

Il buco nero è energia senza immagine apparente e quindi il processo sembrerebbe irreversibile.

Nella memoria metastorica dell'umanità può essere ricordato come "diluvio universale" e nell'inconscio collettivo può essere rappresentato dalla figura di un animale estinto come il dinosauro.

Nella Genesi è "l'abisso".

Faccio un esempio:

Suor L. una religiosa appartenente ad una congregazione missionaria mi raccontò che, durante il rito, un attimo prima di prendere i voti, chiuse gli occhi e vide sé stessa "precipitare nell Abisso, come in un buco nero senza fine". Queste le sue parole.

Disse "sì" e poi si sentì morire.

"Dì una sola parola e l'anima mia (tua) sarà salva???"... Effetto farfalla.

Un effetto farfalla inverso può ripristinare l'immagine perduta.

 Quindi, se armonico, l'effetto farfalla provoca il ripristino dell'unità di azione riattivando i processi di feed-back previsti dal sistema per la sua omeostasi evolutiva.

Conseguentemente: aumento di neghentropia.

Ovvero, ripristino del disegno strutturale, organizzativo e funzionale del sistema.

La buona psicoterapia.
La consulenza efficace.


giovedì 18 settembre 2014

10 - DEFAULT (Modulo 3) - "ROOT"

INDICE DEI POST 

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°


Questo blog è un po' speciale. E' come scrivere i capitoli di un libro, per cui è opportuno, per poter capire il contenuto di un certo post, leggersi i post che lo precedono, altrimenti alcuni argomenti potrebbero risultare incomprensibili. Chiedo al cortese lettore di essere paziente e di spendere un po' del suo tempo per condividere con me i suoi commenti e le sue critiche, affinché mi aiuti a migliorare i concetti, il lessico, l'esposizione. 
Un sentito e cordiale grazie.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

"ROOT"

1° Definizione
2° Definizione
ROOT (Android, Linux) colui che ha l'autorità di amministrare il sistema.
In politica si chiama "Leader" ma è una definizione  riduttiva.
Per poter essere leader è necessario essere prima ROOT.
Se lo Stato lo rappresentiamo come un albero, il leader deve poter conoscere e sapere dove si diramano le radici. Deve conoscere l'inconscio della sua nazione e delle sue connessioni.
Non basta una lucidatina alle foglie durante la campagna elettorale per diventare leader... puoi essere eletto deputato o senatore ma non essere mai e poi mai un leader. Tutt'al più un leder: colui che può "ledere", essere nocivo.


Root (radice) è l'amministratore unico del sistema. Il system administrator. Può nominare dei vice administrator ma con userid diversi. In un computer, di Root (o "Administrator" in Windows) ce ne è uno solo.
 Sì lo so che c'è l'amministratore di rete, il database administrator, il security administator, ecc., ecc.
'Sti ruoli li ho ricoperti tutti nel tempo. Quello che mi preme è far capire il concetto, non lo specifico campo, la specifica tipologia del sistema amministrato.
Adotto l'informatica per rappresentare le funzioni cognitive di una persona e di come essa le amministra e le usa.

Root è l'amministratore unico dell'inconscio del computer, di una rete di computer, di un sistema esteso di computer, di un sistema esteso di "computer pensanti". La dimensione del sistema dipende dalla grandezza dal progetto.

Poi ci sono i ROOTs fasulli: hackers (o peggio i crackers) che   possono strappare  l'autorizzazione di amministratore e sfasciare tutto.
Se lo sfondo del tuo PC diventa improvvisamente di un altro colore e sei in una LAN aziendale stai certo che l'Amministratore di rete sta smanettando sul tuo PC.

La stessa cosa può accadere quando usi una copia pirata e (sgamata) di Windows.
Usa invece UBUNTU (distro di Linus)  è veloce, s'installa presto, consuma  poco ed è senza virus.
Costa niente (fate però una donazione quando lo installate, tutta meritata).
Se volete il top in italiano andate qui UBUNTU Plus Remix 14.4 e scaricate quella che porta la data del 18 aprile.
Scegliete quella a 32 bit se non sapete che motherboard avete.


°°°

In una università  abbiamo p.e. due ROOT
Il ROOTore Magnifico
E il ROOT del sistema informatico.

L'università senza il ROOTore funziona comunque: c'è il suo facente funzioni o qualche altro professore. Oppure nessuno. Va avanti uguale.
Se si blocca il sistema e il ROOT non c'è allora è un bel guaio. Il black out informatico è mortale.
Per default il sistema senza l'intervento root resta bloccato.
Se hai un black out elettrico e se sei previdente metti un gruppo di continuità e un gruppo elettrogeno autonomo e vai. Ma se c'è un bug nel sistema operativo, o un virus, sono sorci verdi!

Mi rammento  di un bug che tenne me, Giancarlo R. (un analista coi controfiocchi!), e altri tre ingegneri dell'IBM fermi quasi 6 mesi!
Stavamo costruendo un sistema di rete distribuita utilizzando il pacchetto CICS (Customer Information Control System). Il progetto prevedeva l'emissione di fatture attraverso terminali.
Uno dei primi in Italia, se non il primo. Parliamo di quaranta anni fa. Dopo aver scritto decine di programmi di controllo, di applicativi e di transazioni,  io e il mio amico Giancarlo al momento del test globale del sistema ci trovammo in una impasse apparentemente irrisolvibile.
Il sistema andava in tilt senza un'apparente motivo, con frequenze statisticamente non rilevanti, senza interruzioni dovute a data exception o errori di codifica. Si fermava e basta. Esattamente come fa ancora Windows colle sue famigerate schermate blu che non ti dicono un fico secco.
Facemmo il debug di tutti i programmi, di tutte le routines, di tutti i formati, controlla e ricontrolla nix. Per sei mesi. Sei lunghi mesi. Sei lunghissimi mesi.
Un giorno Giancarlo mi fa: "diamo un'occhiata alle working storage, che il CICS, essendo ancora beta release (non rilasciato definivamente) chissà come gestisce i task".
Aveva ragione. Prima non esisteva la multiprogrammazione. Lanciavi un programma e solo quello girava. Mica come adesso che ne puoi attivare a decine simultaneamente.
Il CICS era uno dei primi multitasking.
Giancarlo ed io ci siamo accorti, spulciando, che un task si prendeva come area di lavoro 1 Byte in più di quello che gli era stato asseganato.
Andava a ricoprire a volte l'istruzione di un programma di un altro task cui era stata assegnata prima un' altra porzione di memoria il cui confine veniva violato appunto dal task che si attivava temporalmente dopo (forse un po' difficle da capire per i non addetti ai lavori). Come due carte da gioco affiancate sovrapposte di un filino.
Non esistevano allora gli strumenti di debugging e le sicurezze attuali. Era tutto ancora fatto in casa.
Non c'era ancora nessun monitor e nessuna scheda grafica. La console era la famosa telescrivente a palla della IBM.
Quello che avevamo a disposizione era il DUMP della memoria stampato su chili e chili  di carta e per raccapezzarci usavamo la riga e la squadra in quel mare di byte stampati.


In psicologia l'Io sufficientemente integrato corrisponde al bravo System Administrator. E' il ROOT dell'inconscio personale che, se il ROOT si è formato bene, l'inconscio non è più tale e l'iceberg emerge e si squaglia nel sole della conoscenza e nel calore delle azioni.
I ROOTs fasulli sono i cosiddetti "complessi dominanti" tipo: complesso d'inferiorità, complesso del buon samaritano, della crocerossina, del salvatore... e pure tutti  quanti i tipi di fobia compresa la pantofobia e gli attacchi di panico. E mica solo questi. Non vado avanti nell'elenco altrimenti potrei sembrare un arrogante e presuntoso tuttologo. Ma se conoscete le metaleggi che governano i sistemi viventi vi sarete accorti che queste possono essere osservate ed applicate in qualunque contesto. Sono universali come il  Secondo_principio_della_termodinamica .
Nei post successivi proverò a spiegare quanto banali siano questi complessi e come sia semplice individuarne l'eziologia plurifattoriale. Difficile è invece provocare lo "stop run" del c.d. complesso per fare il debug, riprogrammarlo, eliminando i valori di default, ed integrarlo nelle funzioni coscienti dell' Io.

In psicologia ci sono diverse scuole di debugging che in gergo si chiama "psicoterapia", con tanto di albo per i debuggers.
Pure la  PNL fa questo debugging e funziona piuttosto bene, anche se non è ufficialmente riconosciuta.  La definiscono pseudoscienza come se le altre metodologie "ufficiali" fossero "scienza". Mah!  Non ho voglia e tempo per fare polemica. Non ci guadagnerei niente.

Ci sono tanti modi per fare lo "spulcio" della mente. Quale è il migliore?
Quello che trova il bug e lo ripara con maggiore celerità.
E come si misura questa celerità?
Dal tempo che intercorre tra l'inizio del debugging e la sparizione del sintomo.
Sparizione senza vicariazione (spostamento) del sintomo.
Se fai tre incontri a settimana e dopo cinque anni ancora hai paura degli uccelli... ma che cavolo ci vai a fare lì?
Più in là vi racconterò la fobia dell "Uomo delle Statue" e la sua particolare  Sindrome_di_Stendhal
La mente umana può avere più di un bug, anzi più di uno scarafaggio (psichico) che passeggiano nel cervello nutrendosi di sinapsi e neuroni, solleticandosi la pancia colle scariche a vuoto dei potenziali d'azione, così digeriscono presto ed poi hanno più fame di prima.
Se sei ossessionato da un pensiero immaginalo come un bacarozzo nero nero che ti sta mangiando il cervello, lo mastica, lo digerisce e mentre lo caca  si solletica facendoti venire pure le crisi epilettiche.

Ma quando il bug è stato corretto e le cose funzionano, è tutto finito?
Manco per niente!
Dovete avere un programma antivirus particolare che si chiama NOT-RICICCIA, che deve girare sempre in background 25 ore su 24, ossia semprissimo.
Sennò  sono guai.
Insomma un buon antivirus mentale con tanto di firewall.
KasperskyMind, AviraMind, McAfeeMind...
In realtà questo antivirus mentale ce lo abbiamo dai tempi di Adamo. Funziona bene, individua all'istante tutti i virus e li segnala. Non li elimina però. Per eliminare questi virus il cosiddetto Io deve andare a scuola di umiltà, senza pregiudizi e senza memoria, secondo il principio della Tabula_rasa.
O, come si dice in filosofia, tocca fare epochè 


Imparare ad usare questo antivirus  è la via maestra per risanare la mente eliminando i bugs.
Costa niente, è preinstallato e funziona in back ground. Sempre.

Ma questo è un discorso molto, ma molto serio che mi riservo di trattare in seguito, con uno stile meno divulgativo e molto più professionale. Adesso, come avrete ben capito, sto solo giocando.
Intanto provate ad immaginare quale potrebbe essere l'antivirus e se vi va postate qualche commento serio.
Non sparate cazzate pfv.
Sennò creo la pagina  "Cazzate" e sbatto lì il commento.


In Informatica sarebbe opportuno (indispensabile :-) conoscere oltre che il concetto di default anche le funzioni relative alla gestione dei dati: lettura, aggiornamento  Clicca qui, cancellazione, scrittura,... e i diversi tipi di memoria tanto per cominciare.
La stessa cosa in psicologia.

Quello che sto scrivendo è l'ABC dell'informatica ed è esportabile  in psicologia. Si studia al primo giorno d'asilo. E' sufficiente per cominciare ad avere un barlume di conoscenza su quello che è il potere che, per ignoranza, lasciate  come  DEFAULT alla:

COSTELLAZIONE DEL SERPENTE