Post Translate

venerdì 3 ottobre 2014

NEW!!! 35 - MINDOWS


INDICE DEI POST 

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

BACKUP-RESTORE NOZIONI ELEMENTARI


La caratteristica che certifica l'affidabilità di un sistema informatico (vivente o artificiale) è la sua CAPACITA' di mantenere la continuità del processo. Ossia salvaguardare la propria integrità strutturale, organizzativa e procedurale (funzionale). Insomma mantenersi in vita.
Un sistema, indipendentemente dalla sua natura, per poter garantire la propria sopravvivenza ha bisogno di attivare delle sicurezze per far fronte a possibili anomalie che possono pregiudicarne l'esistenza.
Queste anomalie derivano da:
  • errore;
  • ignoranza;
  • distrazione;
  • malversazione;
 Ci sono delle sicurezze, attive e passive, che devono esserci sempre  anche se le risorse impegnate (nella sicurezza) non saranno mai utilizzate durante il ciclo di vita del sistema.
Un esempio: le scialuppe di salvataggio di una nave. Ci devono essere "COSTA" quello che "COSTA".  Solo così ci sarà concordia.  



Siccome qui usiamo la metafora del modello informatico mi soffermerò un po' su questo per poi trasferire i concetti sul sistema umano.

Durante le centinaia di ore che ho insegnato informatica diretta alle utenze che coprivano ruoli direttivi in azienda, quasi mai il responsabile dell'ufficio, del settore, del servizio si prendeva cura di salvare i dati in suo possesso. Ne' la Direzione Generale si faceva carico di controllare quali fossero le informazioni chiuse nei cassetti degli uffici (i PC tanto per intenderci).
A tutti veniva data una postazione di lavoro con tanto di PC e suite Office (di solito:Word ed Excel).
Access (gestione data base) era un mondo ancora sconosciuto.
Dovrei dire è (non era).
Si dà la macchina ma non ci si preoccupa di far prendere la patente di guida.
Ne ho avuto proprio in questi giorni un esempio lampante presso un'istituzione che per la sua natura dovrebbe essere all'avanguardia in queste tecnologie.
Know how del personale SOTTO-ZERO!!!
Dati sparpagliati in cartelle dai nomi improponibili tipo "QUALCOSALTRO"; "COSEMIE", "PUFFI" "FIDO" "CICCI" "NO".
Condivisione in rete quasi niente.
Fogli elettronici che di elettronico... sono diventati i miei capelli quando li ho visti.

I dati memorizzati random secondo il criterio:
 "UN PO' QUA E UN PO' LA'...E IL RESTO... NON SI SA!"
KNOW HOW SOTTOZZZERO.
Inconscio collettivo aziendale ovvero... 
Un casino!?
Perché avete qualcosa da dire contro i casini!? Di solito sono bene organizzati per quello che devono fare.
La mission di un casino è sempre tesa verso la soddisfazione di  primarie ed inalienabili esigenze personali. Solo culture e politiche retrograde, bigotte e puritane hanno osteggiato ed osteggiano questo comparto, produttore di denaro pulito.

Allora consideriamo un casino come modello organizzativo di riferimento.
Quelli tedeschi sono il non plus ultra e sono tutelati dalla legge.
Offrono servizi rosa, azzurri e arcobaleno; anche soft dark).
Hanno i migliori sistemi di sicurezza, splendidi e confortevoli locali per un giro di affari di miliardi di euro.
Da millenni i casini non hanno  registrato un fallimento.
Papa Alessandro VI (Borgia) é stato uno dei più celebri tenutari di casini insieme con la figlia Lucrezia.
Le sue performances in Vaticano hanno fatto epoca e sono ancora ricordate.

E' un guaio invece quando questo modello s'intrufola nelle istituzioni e nelle imprese fornendo servizi, gratuiti al cliente interno ma in realtà assai oneroso per il bilancio dell'azienda.
Un know-how applicato in un contesto improprio.
Se uno dei clienti è il presidente del CDA od uno dei suoi membri allora le anomalie, citate in apertura, ricadono a pioggia su tutti i comparti aziendali.
il CDA a causa della Malversazione Escortiana (Maschile e/o Femminile):
  • Si distrae;
  • Commette errori;
  • Ignora i segnali di pericolo.
Conseguentemente tralascia di mantenere attive le sicurezze del sistema.
E, per DEFAULT (cfr Post 5),  tutto va a catafascio (non a puttane!).
Quello che sta accadendo nella istituzione di cui sopra.
Il know-how organizzattivo è annullato dalla pudenda's activity. 

Fine della digressione lupanarica.

Chiedo venia a coloro che proteggono bene i loro dati, e fanno regolarmente il back-up, se ripeto cose a loro ben note.
Forse, però, non sanno che questo è possibile anche per il PC Mind.
Ma andiamo per ordine.

Iniziamo con Skype.
Skype è un'applicazione (un programma) che gira sotto Windows, Linux, Android e Mac.
Quello che fa skype lo sapete tutti.
Quello che probabilmente non sapete è che non ci sono solo 4 versioni di Skype per ciascuno dei sistemi operativi citati. Ce ne sono più di 20 (UP-to-DOWN) solo per Windows. La più recente è l'ultima in ordine di tempo ed è l'aggiornamento di quella immediatamente precedente.
PER DEFAULT UN' APPLICAZIONE DEVE ESSERE COMPATIBILE CON TUTTE LE FUNZIONI DELLE VERSIONI CHE LA PRECEDONO. Inoltre Skype 6.20.0.104 (l'ultima al 1-10-2014) deve essere compatibile con tutti i sistemi Windows: XP, Vista, Windows 7  e Windows 8.
Skype può avere nuove funzioni (upgrade) oppure correggere un bug  o fare un semplice restyling.  Deve mantenere però quello che faceva prima. Tranne evidentemente quando si modifica integralmente l'architettura dell'applicativo e si passa ad un nuovo modello. Esattamente come per le automobili.
Skype come Mozilla, Explorer e Chrome ha  alcune add-on tipo ClownFish che ti fa la traduzione istantanea quando chatti. E pure questa ha i suoi aggiornamenti.
(Ti consiglio di installarla se vuoi chattare con tutto il mondo).
Quello che ho detto su Skype è uguale per tutti i sistemi e le applicazioni informatiche.
E' un Default universale ed è rigorosamente immutabile.
Però, e sottolineo però,  può succedere che qualcosa faccia cilecca per cui la nuova versione del programma, dopo l'aggiornamento, non va bene.  Ho necessità di ripristinare l'ultima versione funzionante. Debbo poter fare il roll-back, altrimenti il VOIP con skype me lo scordo.
Questo per le applicazioni ed è facile.
L'applicazione è una e quindi basta prendere la versione ultima che funziona e le cose si sistemano.
Tutto si complica, ma si complica di brutto, quando si tratta di aggiornare il sistema operativo Windows e Linux.
Android invece non si aggiorna.
Se vuoi Android ultima versione tipo KitKat ti devi comprare un nuovo Smartphone altrimenti ti attacchi. Oppure, se sei uno smanettone devi "rootare" lo smartphone, poi installi un po' di ammennicoli hacker (Superuser, Busybox, Mobileuncle tools, ...) compreso il ripristino del sistema, e fai il modding dello smartphone con l'ultima ROM come ho fatto per esempio io.
Ti perdi la garanzia.
Se sei solo uno "smanettino" ti giochi lo smartphone se ti si brikka. (Puoi usare lo SmartPhone come fermacarte!).
Ma se hai un "Cinesino" (come il mio 6", quadcore) con processore MTK vai da mr. Patrucco e lui ti dice cosa fare.

Quando Windows ha attivo l'aggiornamento automatico vedrai l'iconcina, quick launch, in basso a destra dello schermo che ti dice "Windows Update" in ascolto. Quando arriva un aggiornamento Microsoft ti manda i files che si installano automaticamente. Quante volte hai letto "Non spegnere il computer, Windows si sta aggiornando 1 di 33...2 di 33... ". Aspetta e spera poi dopo un sacco di tempo finalmente Shut Down.
Quando lo riaccendi la stessa solfa, aspetti un po' e poi magari si blocca tutto e non sai perché.
Googli come un disperato per trovare un link con scritto"solved". Nix.
Se non sai come fare vuol dire che vai dal tecnico che solo per "vedere" ti spilla subito i fatidici 50€.

Se invece ti si è scassato l'hard disk, per recuperare i dati, magari ti chiede 300€. E fa bene. Io te ne chiederei 30.000 di €! Non hai fatto uno straccio di back-up! Ma che utente sei?

Io ho disattivato l'aggiornamento automatico e vado a controllare di volta in volta di cosa si tratta.
Linux (uso l'ultima versione LTS di UBUNTU) è fatto meglio e quando parte ti dà l'elenco di tutte le configurazioni in modo che se un aggiornamento non è andato bene puoi ripartire subito dall'ultima configurazione funzionante. Con UBUNTU  hai il dual boot (fatto con GRUB) e puoi far partire Windows.
Prima installi Windows e poi Ubuntu.
Se fai il contrario Windows s'incazza. Uno dei motivi è che non riesce a "vedere" le partizioni del disco "formattate" secondo  lo standard linux (Ext2,3,4). Non le vede proprio. Per Windows sono partizioni vuote non formattate.
Windows è un sistema proprietario, ha un costo, (come Mac) ed ha un suo proprio ambiente operativo. Le applicazioni Linux non "girano" sotto Windows.
Linux è un sistema aperto e gratuito praticamente esente da virus!. I suoi sviluppatori sono migliaia di esperti informatici che prestano gratuitamente la loro opera. Le varie "distro" di linux hanno ciascuna un centro di coordinamento.
Sotto Linux si possono eseguire le applicazioni Windows con l'emulatore Wine.
(Forse avete capito che preferisco Linux.)

Se nella tua testa gira un sistema tipo Windows mica vedi tutto il contenuto del tuo cervello.
Se un'area è formattata in un certo modo questa risulterà sempre e comunque inaccessibile.
Esempio pratico d'inconscio (poi ne farò altri).
Meglio cambiare sistema.

Una parte della mente  non sarà mai utilizzata in quanto i processi di apprendimento non hanno accesso a quelle conoscenze. Non hanno l'accesso fisico! Non si tratta del fatto che quelle conoscenze sono scritte in aramaico e non sai tradurle. No! I libri sono murati in un luogo privo di porte e finestre.
Come la tomba di Tutankamen.

Cominciamo ad accennare come si ripristina il sistema.
 In Windows se clicchi su Programmi, Accessori, Utilità di sistema, Crea punto di Ripristino otterrai, per default, il salvataggio del registro di Windows e di alcune cartelle di sistema e quella dei programmi. Puoi aggiungere nelle impostazioni qualche altra cartella.
Prima di fare gli aggiornamenti o quando si installano programmi nuovi questo punto di ripristino viene fatto automaticamente. Si salva la CONFIGURAZIONE DEL SISTEMA.

MINDOWS


LA STESSA COSA ACCADE NELLA NOSTRA MENTE (MINDOWS) QUANDO SI INSTALLA UN NUOVO PROGRAMMA. Gli psicologi parlano di complesso, di stereotipo, di modello.
Io preferisco appellarmi al cognitivismo post-razionalista che più si avvicina al mondo dell'informatica attraverso l'approccio costruttivista dell'identità individuale. Un modo di rappresentare la nascita dell'Io conformemente ai principi della seconda cibernetica.
Dunque quando Mindows rileva che sta per avvenire una sostanziale modifica della sua configurazione corrente, immediatamente fa l'istantanea prima dell'update.
Lo fa per Default. Sempre e comunque.
"SEMPRISSIMO"  MEMORIZZA L'IMMAGINE DEL SISTEMA.
SICUREZZA  (quasi perfetta, vedremo poi il perché di quasi, per ora diciamo che va bene).
Questa immagine ci dice come stava Mindows prima della modifica.
Ritorno un attimo a Windows.
Può darsi che il modulo nuovo che andiamo ad installare sia uno di quelli "cattivi". Magari sei andato su PirateBay per scaricarti l'ultima versione di PaintShop craccata con dentro un bel virussone non ancora censito da Avira, Avast, MacAfee e compagnia svirante. Installi PaintShop e dopo un po' (anche se Paint non lo usi mai) il PC comincia ad andare più piano, alcune cartelle scompaiono, l'antivirus non parte all'avvio, vai a vedere i servizi e il burlone ti ha riattivato remote desktop...
insomma ci sono le premesse per un bel crash del sistema. Questi malfunzionamenti si chiamano "Sintomi".
La stessa cosa cosa con Mindwos.
Mo' faccio un esempio cattivissimo (un caso  vero) così ve lo ricordate per sempre.
Uso un linguaggio crudo e senza censura.


Mindows di una Vispa Teresa fino a ieri ha funzionato bene: 17 anni di salute, amici, studio.
Una bellezza in fiore che splendente illumina il sentiero di una nuova vita.
Tutti gli upgrade di Mindows Vispa :-)) (Copyright mine) sono andati bene. Ma forse, a sua insaputa, verso i tre o quattro anni è stato installato un modulino piccolo piccolo personalizzato di Butterfly Effect (leggiti i miei post prima). Un modulino che in apparenza non fa nulla, sta lì e gira in back-ground. Invisibile a qualsiasi indagine medica (TAC, RMN, Esami ematici, ecc.). Sta lì e gira in back-ground.
Questo modulino si chiama VaghinaPower ed è stato installato quando Teresa curiosava sotto le gonne della nonna durante una "Caccia al Tesoro" insieme coi fratellini, la fratellina maggiore e i cuginetti anche loro coinvolti nel "giretto esplorativo" del sottogonna.
Tutti innocenti, nonnina compresa. Che male c'è?

Che odore c'è? Insieme con quell'odore  l'impercettibile divaricare di ginocchia.  Il complice e fugace sorrisetto di approvazione tipo (ci siamo capite)?
Un veloce battito di ciglia...
Teresa ora sa e pure la nonna sa che Teresa sa. "Il potere sta lì Teresa, e io adesso te l'ho insegnato": un attimo
 Nella giovin Teresa è stato installato il modulino Butterfly il cui effetto VaghinaPower sarà consapevolmente usato da Teresa per ottenere un primato di narcisismo biologico da pollaio. Esposizione senza consumazione, promessa continua senza conclusione. Immaturità? No solo mancanza di occasione (Si contano a migliaia i rapporti completi dai quattro anni in poi.  Somaticamente non accade nulla, ma che gratificazione essere al centro dell'attenzione!
Butterfly  gira in back-ground.
Non è arrivato ancora l'effetto trigger. 
Un giorno, stando in un certo stato d'animo di innamoramento tanatico, Teresa sente dentro di sé che è giunto il momento. Trovandosi in uno stato di coscienza emotivamente alterata crede che quel momento sia un gioco di vita quando invece è un percorso di morte.
Teresa si fa la sua prima scopata!
Le mestruazioni sono finite ieri e va fino in fondo.
Mentre scopa gli si presenta improvvisamente l'immagine della nonna morta che le sorride compiaciuta. Teresa legge questa immagine come positiva e seguita a darci giù con più energia.
C'è pure nonna con me!
Un "Triangolo" che Renato Zero manco se lo sogna!
E va in "seconda e poi in terza".
Che bello!
La sera prima di addormentarsi... che mal di testa terribile. Proprio lì sotto l'osso occipitale, sembra che la testa si voglia staccare dal collo. Che dolore!
Si gira nel letto e un formicolio alla 5° Lombare 1° Sacrale: la famigerata L5-S1: il colpo della strega. Pure lo sciatico fa male.
Le cose dopo qualche mese peggiorano e la vena safena comincia a fare i capricci. Leviamola dice l'angiologo. E la safena non c'è più.
Sintomo eliminato.
Kolka che è eliminato! Teresa ora cammina male e le gambe quando le apre le dolgono. Ma l'amore è amore. Tocca soffrire come nonna faceva con la sua flebite.
Nonna sarebbe certo contenta.
E i dolori continuano...
Voltaren a go go. Oki a go go.
Stomaco  k.o.! k.o.!
Vaffanculo Teresa!
Dice "SEMPRISSIMO" il sistema di sicurezza che memorizza tutto e le manda ossessivamente il banner "VAFFANCULO" con i led lampeggianti. 

Dopo 10, 15 anni Teresa sta ancora male e i medici non sanno che pesci pigliare.
Le è stato dato il consiglio da un ROOT (leggi il post mio) di non mangiare il pesce per un po'.
Sintomi (quasi) spariti!
Se sto bene allora... Beh ricomincio!
"Vaffanculo Teresa!" questo è il messaggio che il sistema di sicurezza "SEMPRISSIMO" gli manda giorno e NOTTE.
Teresa si vede con delle grucce al posto delle gambe e con una sfera al posto della testa. "Che buffo" dice, parlando con le amiche.
"Chissà che c...... significa",  dice mentre manda giù un altro OKI...

Non ho fatto cenno al "partner" che in questo caso ha una parte marginale .

Questo caso non è stato risolto.
Ovvero non è stato possibile ripristinare Mindows Vispa con l'ultima configurazione funzionante.
Nonna sta ancora lì.


LA COSTELLAZIONE DELLA SERPENTESSA.

Prima di chiudere questo argomento, se mi ricordo, vi posto un'immagine che riflette in poche pennellate il ritratto di Teresa.

Prossimamente:
Ancora Backup-Restore  come e quando farlo, operativamente.
Poi trasferiamo queste conoscenze da Windows su MINDOWS.

In chiusura vi presenterò un caso che invece è stato risolto senza ricadute.